Come liberare casa da mosche e formiche

Metodi pratici e naturali per sanificare gli ambienti domestici dagli insetti più comuni

Sono notevoli le differenze (strutturali, morfologiche, comportamentali) di mosche e formiche. Di fatto, però, questi insetti sono gli infestanti più frequenti nelle case e in ogni ambiente abitato dall’uomo. Al quale possono, a volte, causare anche malattie pericolose, oltre che un sicuro fastidio, fisico e psicologico. Tanto che, nell’immaginario collettivo, un locale infestato da mosche e formiche è considerato sporco, non curato e degradato.
Eliminare questi parassiti e sanificare il proprio ambiente diventa necessario non solo per questioni di salute. Per farlo, e volendo ottenere una disinfestazione efficace, è importante conoscere la biologia e le abitudini di queste due specie.

Le mosche

Parassite dell'uomo, alate, molto curiose e cosmopolite, le formiche sono in grado di seguire ovunque la specie umana. Si posano su qualsiasi tipo di oggetto in grado di richiamare la loro attenzione e sono in prevalenza attratte da luoghi umidi e caldi, ma anche da sostanze zuccherine.
A dire il vero, il termine "mosca" è piuttosto ampio e comprende numerose variazioni di specie, più di 3000. Di queste, alcune - come la famigerata mosca tzetze, portatrice delle cosiddetta malattia del sonno - sono responsabili della trasmissione all'uomo di gravi malattie, nelle zone più calde e povere del pianeta. Più comuni alle nostre latitudini sono: la mosca domestica, la più diffusa negli ambienti umani; la piccola mosca dei pollai (Fannia cannicularis), di cui si nota la presenza di fronte alle fonti luminose; la pungente mosca cavallina (Stomoxys calcitrans) che si muove vorticosamente intorno alle palpebre dei cavalli; i mosconi blu e verdi, avidi dei nostri piatti di carne e pesce, dei quali avvertono l'odore da molto lontano. La mosca domestica si può trovare praticamente in ogni ambiente della nostra casa, è attirata dagli odori dei nostri cibi in qualunque stato conservativo, e nel periodo della riproduzione va alla ricerca di rifiuti alimentari e feci animali, in cui deporre le uova.
Proprio per questi suoi comportamenti, la mosca oltre ad essere un insetto fastidioso che si posa ovunque, può essere un pericoloso veicolo patogeno, per la salute umana. Fra le malattie trasmissibili: dissenteria, tubercolosi, gastroenterite, salmonella, tifo, colera.

Rimedi naturali per liberarsi dalle mosche
Per vivere serenamente senza l’assillo di troppe mosche intorno, è importante praticare pulizia e prevenzione. Cominciando cioè a eliminare le fonti della loro proliferazione: non tenere cibo (frutta, carne, pane) incustodito fuori da frigorifero e dispensa e preoccuparsi che rifiuti e spazzatura siano periodicamente ritirati. Anche i resti del pasto di animali domestici vanno eliminati.
Per impedire poi che le mosche entrino in casa, è consigliabile appendere nei pressi di porte e finestre sacchetti con chiodi di garofano o con alloro, foglie di eucalipto e trifoglio. Altri aromi che tengono lontane le mosche sono: il sambuco, l’aceto, i pomodori, la lavanda. Sempre utile tenere poi vasetti di basilico sul davanzale della finestra o in giardino. Oppure optare per una pianta carnivora mangiamosche, facilmente coltivabile. Per quanto riguarda la filiera zootecnica, sono necessari il ricambio giornaliero delle lettiere nelle stalle e un corretto accumulo del letame in concimaie idonee.

Le formiche

Se ne vedono veramente di tutti i colori… Sì, perché benché il colore più frequente sia il nero, di formiche ce ne sono anche rosse, arancioni, gialle e persino verdi. Insetti tra i più diffusi al mondo (circa 12 mila specie, classificate in circa 300 generi e 21 sottofamiglie), molto minute ma molto sociali, le formiche vivono in colonie ben organizzate e in cui ciascun individuo (regine, maschi e operaie) opera per il benessere della comunità di cui è parte. I loro nidi, i formicai, normalmente sono posizionati nel terreno, ma possono anche essere costruiti nelle fessure dei muri per proteggere la colonia dall’uomo e da altri animali. Le formiche vengono di solito attratte da sostanze zuccherine, ma nel periodo di massima produzione di uova e sviluppo della colonia cercano anche cibo ad alto contenuto proteico e quindi infestano abitazioni, industrie alimentari, allevamenti. Scalando, se necessario, anche diversi piani di un edificio. È proprio allora che le formiche diventano un problema: introducendosi in casa, possono infatti causare seri danni strutturali quando scavano cunicoli per annidarsi nel legno che marcisce. Alcune specie poi possono anche danneggiare le piante del giardino, scavando tunnel intorno alle radici.

Alcuni rimedi naturali per fermare una colonia di formiche
Come detto, le formiche vanno particolarmente ghiotte per le sostanze zuccherine che si trovano nella frutta, nel cibo conservato in dispensa o negli avanzi. Ecco perché per combattere una colonia di formiche serve innanzi tutto mantenere alto il livello di pulizia nei locali: non devono restare mai a lungo i piatti sporchi nel lavandino, tutte le briciole dal pavimento devono essere tolte. Una volta avvistate , è opportuno spruzzare sulla fila di formiche dell’aceto puro per due o tre giorni. Anche succo di limone, borotalco o estratto di eucalipto, da distribuire nei punti dove si pensa si siano annidate, possono essere molto efficaci per l’allontanamento delle formiche. Ma è utile anche ostruire tutte le vie d’accesso con del nastro isolante o con del silicone oppure allontanarle lasciando qualche granello di zucchero nei punti più distanti da casa.

Prodotti Consigliati

Una selezione dei migliori prodotti sul mercato: i più efficaci, economici e facili da usare. Puoi acquistare comodamente ed in tutta sicurezza online e paga con i server sicuri garantiti da PayPal.