Come combattere gli insetti delle derrate alimentari

Interventi di prevenzione contro insetti e roditori nei silos e nei magazzini per alimenti. Per evitare pericoli sanitari e danni economici

I luoghi di lavorazione, stoccaggio, commercializzazione e vendita di derrate alimentari (pastifici, magazzini, ristoranti, mense, mulini, forni, silos…) spesso diventano l’habitat naturale di insetti dell’ordine dei coleotteri (tra cui: la trogoderma dei cereali, l’anobio del tabacco, il tribolio della farina) e dei lepidotteri (la tignola dei datteri e del cacao e la tignola del grano). Calore, umidità e abbondanza di cibo sono condizioni ideali per la riproduzione di questi parassiti. E le loro infestazioni sono molto rischiose, dal momento che possono contaminare sia le materie prime alimentari (semi e farina di cereali, cacao e derivati, tabacco, legumi, spezie e frutta secca) sia il prodotto lavorato, causando da un lato il deterioramento degli alimenti (non più conformi alle norme igienico-sanitarie), dall’altro perdite economiche ingenti, provocando a un’azienda danni d'immagine e di profitto.

La prevenzione contro gli insetti infestanti degli alimenti

Per ripulire dagli insetti magazzini di commercializzazione, vendita o lavorazione delle derrate alimentari è innanzitutto importante monitorare, costantemente e in modo agevole, sia le derrate che i macchinari adibiti alla produzione. Ma tale controllo deve basarsi sulla conoscenza dell'aspetto e della biologia delle principali specie di coleotteri e lepidotteri che più frequentemente infestano pastifici, mangimifici, magazzini della grande distribuzione. Ecco perché diventa importante la formazione del personale impiegato in questi ambienti, oltre che prevedere regolari interventi di pulizia e calendarizzare interventi in grado di fornire previsioni a lungo termine sulla presenza degli insetti infestanti. Non va infatti sottovalutato il fatto che quando viene rinvenuto un esemplare adulto, sia dei lepidotteri sia dei coleotteri, il maggior danno alle derrate è già stato arrecato dalle larve.
Risulta utile in questo senso il ricorso a un adeguato impianto di monitoraggio con postazioni adesive dotate di feromoni. Cioè sostanze chimiche in grado di attrarre gli insetti target verso le trappole adesive. Questo tipo di intervento rende possibile il monitoraggio di determinati ambienti, permettendo anche di ottenere numerose catture senza l’utilizzo di insetticidi (obiettivo non secondario soprattutto in ambito alimentare).

Quando però l’infestazione di questi parassiti è forte (solitamente nelle stagioni più calde), diventa opportuna una disinfestazione vera e propria, utilizzando disinfestanti specifici che solo tecnici specializzati ed esperti, come quelli di Faster, sono in grado di spargere per ottenere un risultato sicuro ed efficace.