You are currently viewing Punture di zanzara

La zanzara è sicuramente un elemento di fastidio che turba la gioia della stagione estiva. In questo articolo ci occupiamo di parlare proprio delle punture di zanzara, che provocano un prurito tremendo a voi e ai vostri bambini.

Potrai soddisfare la curiosità proprio riguardo al perché i morsi di zanzare causano prurito forte, e scoprire quali sono i metodi per prevenire le punture e i rimedi più efficaci per alleviarle

Difenditi dalle zanzare in arrivo!

Cerchiamo di rispondere innanzitutto a una domanda che, parlando di zanzare, sorge spontanea.

Punture di zanzara: perché causano prurito?

Le zanzare sono alla ricerca di sangue perché da esso possono trarre le proteine e le sostanze nutritive necessarie al loro sostentamento, ma soprattutto, perché vogliono portare nutrimento alle uova, infatti sono solo le femmine a pungere.

Le zanzare perforano la pelle tramite una piccola proboscide dai contorni seghettati, che arriva subito al primo capillare disponibile.

Quando iniziano a succhiare il sangue rilasciano la loro saliva, i cui enzimi permettono di anestetizzare la puntura, così che noi neanche ce ne accorgiamo, e mantengono fluido il sangue in modo che non si formino coaguli.

Quando il nostro organismo si accorge però della puntura, rilascia automaticamente l’istamina, ovvero una sostanza che fa dilatare i vasi sanguigni. È proprio questo procedimento a provocare rossore, gonfiore e prurito, che sono appunto i sintomi da punture di zanzara.

Il fastidioso prurito da zanzara è quindi la reazione che mette in atto il nostro corpo per rispondere alla minaccia esterna.

Il prurito ha una durata che varia da persona a persona. In alcuni soggetti la puntura provoca un semplice rigonfiamento che poi si riduce, in altri dura perfino alcuni giorni. Si può infatti sviluppare anche un’allergia puntura zanzare.

Punture di zanzara: Quali fattori le attirano verso di noi?

Non si tratta delle luci accese, come molti sostengono, ma si tratta di un luogo comune.

Le zanzare sono attratte dal calore del nostro corpo e dal nostro sudore.

Ci sono determinate sostanze nel nostro sudore che, se presenti, possono attrarre le zanzare. Si tratta ad esempio dell’etanolo, dell’acetone, che sono conseguenze del bere birra.

Le zanzare non possono captare il nostro sangue, preferendo ‘il sangue dolce’, come molti sostengono, ma al massimo, possono, una volta assaggiato, capire se è più o meno di loro gradimento per la presenza o meno di colesterolo.

 

Prevenire punture di zanzarazanzara pungiglione

Il rischio zanzare è più alto durante la stagione primaverile-estiva, con temperature caldo-umide, e nelle ore serali e notturne.

Per prevenire i morsi di zanzare in commercio esistono tantissimi prodotti anti-zanzare, dagli spray per ambiente, alle spirali, candele, piastrine.. che riescono nel loro intento, ovvero tenere lontane le zanzare.

È necessario poi fare attenzione ai ristagni d’acqua, perché sono i luoghi dove le zanzare depongono le proprie uova.

Installare delle zanzariere in prossimità di porte e finestre è un altro accorgimento molto utile per proteggersi dalla loro presenza. Se avete un bambino piccolo, visto che sono tra i soggetti più presi di mira, è bene posizionare una zanzariera sopra le loro culle o lettini, e proteggere la loro pelle delicata dalle punture di zanzara.

Per far questo, evita di vestirli con abiti scuri, che sembrano attirare di più le zanzare; prediligi piuttosto per te e per i tuoi bambini abiti chiari.

Nello scegliere repellenti, utilizza sempre repellenti registrati come Presidi Medico Chirurgici.

Non spruzzare profumi sulla pelle, perché sembrano attirare anch’essi le zanzare.

 

Rimedi punture di zanzara

zanzare allergia

Tra i rimedi punture di zanzara, il primo utile per alleviare il prurito e il rossore da punture di zanzare è lavare con cura la pelle che è stata punta, per evitare che possa crearsi un’infezione. Oppure si può applicare sulla zona punta un po’ d’acqua unita a un cucchiaino di sale, o un cubetto di ghiaccio avvolto in un panno di cotone (per evitare bruciature), questo perché il freddo restringe i vasi sanguigni che dilatandosi causano il gonfiore.

Ha incredibilmente proprietà lenitive anche la cipolla, se sfregata sulla cute: riduce il gonfiore.

Tra i rimedi morsi di zanzara naturali più efficaci ci sono anche miele e limone, che hanno appunto eccezionali proprietà antisettiche. In particolare, il miele previene l’infezione, mentre il limone è un ottimo disinfettante..

Ci sono diverse creme emollienti e lenitive, composte da camomilla, mandorla, canfora, aloe e aloe vera.

Se il prurito e il rossore non passano, sarebbe bene consultare il medico. In caso di arrossamenti particolarmente estesi e di prurito implacabile, esistono anche creme a base di cortisone antinfiammatorie, ma è bene utilizzarle solo sotto prescrizione medica.

Per liberarti di questi insetti, contattaci per un sopralluogo gratuito per vedere se magari il tuo giardino ha bisogno di una disinfestazione zanzare. Potrai allontanare questi odiosi insetti e non dovrai pensarci più, vivendo in totale spensieratezza, libero da preoccupazioni, la bella stagione!