You are currently viewing Pulce del cane e del gatto

Le pulci del gatto e del cane sono degli insetti molto piccoli, quasi invisibili, che oltre a infestare i nostri animali domestici, possono anche depositarsi in casa mettendo in moto un pericoloso circolo vizioso fatto di morsi e di prurito.

Inoltre la pulce è in grado di causare a gatti e cani delle malattie molto pericolose, come ad esempio la dermatite allergica.

 

Pulce: come arriva agli animali domestici?
pulce cane uomo

In molti casi per ritrovare la casa infestata da questi piccolissimi insetti è sufficiente portare il cane o il gatto a fare una passeggiata in giardino.morso pulce

 

 

 

La vita delle pulci adulte avviene esclusivamente sul corpo sia del cane che del gatto, mentre nelle altre parti dell’ambiente dove vive l’animale domestico, le pulci possono svolgere le altre fasi del proprio ciclo di vita come quella delle uova, delle larve e delle pupe.

Se in casa non è presente un animale da infestare, le pulci hanno comunque la possibilità di sopravvivere, all’interno del loro bozzolo, anche fino a 12 mesi

I vostri animali domestici, se non protetti, possono essere infestati trovandosi in un luogo dove sia transitato un altro animale infestato. Le pulci, deponendo le uova, rimangono infatti in attesa del transito di un nuovo ospite dopo essere diventate pupe.

 

Pulce: habitat e stagionalitàcome disinfestare dalle pulci

Le specie di pulce esistenti in natura sono numerose e le più comuni tra quelle che infestano i nostri cani e gatti sono la “Ctenocephalides felis“, nota anche come pulce del gatto, e la “Ctenocephalides canis“, nota come la pulce del cane. 

Il periodo di maggiore attività delle pulci adulte è compreso tra la tarda primavera ed i primi mesi autunnali, ma alcune specie possono resistere anche nelle stagioni invernali con temperature più miti.

Se si trovano nelle aree più calde, le pulci sono in grado anche di sopravvivere per tutto l’anno. Essendo necessariamente legate ad uno specifico habitat, le larve di pulci si trovano molto bene in un habitat buio e umido. Per questo è molto facile trovarle sia nelle crepe dei pavimenti di casa, che nelle lettiere degli animali, ma anche sotto i tappeti e nei letti.

 

Le varie specie di pulce

Tutte le specie di pulci non sono particolarmente attente alla selezione dell’ospite del quale si nutrono. Per questo continuano a spostarsi con grande tranquillità da un ospite all’altro. La deposizione delle uova avviene direttamente sul pelo dell’animale e nella maggior parte dei casi avviene dopo il pasto di sangue.

Pulce di gattole pulci saltano

La specie più diffusa in assoluto è senza dubbio la pulce del gatto e, contrariamente a quanto farebbe sospettare il suo nome, è avida anche del sangue di altri mammiferi, tra i quali anche i cani e perfino gli uomini. Il suo corpo è caratterizzato da una forma lunga e appiattita, priva di ali, ma è dotato di una serie di lunghe zampe che facilitano il salto. La pulce del gatto è una specie molto prolifica e tra le sue caratteristiche c’è quella di percepire facilmente i rumori, il movimento e il calore che vengono causati da un possibile ospite. La pulce del gatto ha la tendenza di annidarsi nei luoghi dove normalmente riposa l’animale ospite, come ad esempio le ceste e le cucce.

Pulce di canelarve pulci

Questa specie si nutre nella maggior parte dei casi del sangue di cani e gatti. Le pulci adulte di questa specie generalmente hanno una lunghezza inferiore ai 5 mm, con un corpo di colore nero-bruno, che cambia colore, divenendo rossastro dopo che la pulce ha consumato il pasto di sangue dell’ospite. La differenza principale tra le pulci del cane e le altre specie è in una particolare caratteristica chiamata “pettine genale”. Si tratta di una serie di aculei per mezzo dei quali il parassita può spostarsi agevolmente e rimanere aggrappato in maniera molto salda al pelo dell’animale ospite.

 

Puntura di pulce sintomi

Le pulci sono degli insetti che non si vedono facilmente ad occhio nudo, per cui scoprirle non è affatto semplice. Per questo è necessario non trascurare alcuni sintomi caratteristici che portano a sospettare una infestazione da pulci. Tra questi si ricordano i puntini neri sul pelo, che possono essere eliminati sia con un pettine per pulci che con un tovagliolo di carta bianco.

 Altri sintomi da tenere sotto controllo sono il prurito costante, i gonfiori e le croste, l’irrequietezza e le lesioni della pelle come eritemi e piaghe. 

In questi casi la soluzione migliore è sempre quella di rivolgersi ad un veterinario.

le zecche vanno sottopelle

Se sospettate un’infestazione da pulci, contattateci per un preventivo gratuito e senza impegno!